PIANTE OFFICINALI

 (o droghe vegetali)

 La Treccani le definisce così: “Piante dotate, grazie alle sostanze (oli, resine, latici ecc.) contenute nelle loro parti (foglie, radici, fiori, semi ecc.), di proprietà terapeutiche e, per tali proprietà, utilizzate anche nell’industria farmaceutica”. 
In termini più semplici, preparo misture di erbe (selezionate e controllate), che siano funzionali per ogni tipo di disturbo. 
Drenanti, anticellulite, per l’influenza, la voce, la pressione alta o bassa, ricostituenti…e perché no, rilassanti, energizzanti e afrodisiache 😉 
I loro principi attivi, possono essere estratti sia per infusione che per decozione. 
E, come per magia, diventano delle bevande che possono essere bevute sia calde, appena fatte, che fredde, durante la giornata. 
A seconda dell’impiego, del gusto, della vita, delle scelte, ho realizzato a 3 tipi di “confezionamento”: 


BASIC

 Una “pozione” composta da 4 piante che interagiscono fra di loro, con differenti proprietà, in modo che “attacchino” e “aiutino” da più fronti. 

MIX

 Una bustina con 4 filtri già pronti (ovviamente che possono diventare 6 o 8) di piante funzionali alla richiesta, possono essere usati separatamente, per cambiare sapore, ed avere l’impressione di bere sempre qualcosa di diverso. 

SFIZIETTI

 Miniconfezioni da 1 filtro, composto da 1 a 3 piante, da assaggio. Come fossero un dolcetto dopo cena 

CANDELE NATURALI

Nell'ambito dell'aromaterapia, gli oli essenziali vengono "veicolati" soprattutto (ma non esclusivamente) mediante l'olfatto al fine di ottenere un effetto benefico che si possa ripercuotere sull'intero organismo. 
Gli olii essenziali vengono usati principalmente nei diffusori, io ho pensato di aggiungerli alle candele, preparate sia con cera d’api che con cera di soia, con l’aggiunta di piante e fiori. Perché credo che una candela accesa riscaldi l’ambiente e il cuore, ed è bella da vedere. Ovviamente, il tutto è “miscelato” in base alle specifiche richieste.

OLIO DI PROTEZIONE

Da usare in quei momenti in cui ci si sente giù, quando avvertiamo “strane energie”, quando abbiamo bisogno di sentirci protetti…per ogni evenienza e “miscelato ad hoc”. 
Un portafortuna profumato da tenere in borsetta 😉 

COSMESI NATURALE

 Un cosmetico si può definire naturale quando non contiene sostanze ritenute nocive per la nostra pelle ma al contrario è realizzato con elementi naturali affini alla nostra pelle, mantenendo o apportano un miglioramento al nostro film idrolipidico. 
Nel caso specifico burro di karitè, cera d’api (tutti i prodotti possono essere fatti anche in versione vegana), burro di cacao, vitamine, oleoliti, idrolati e olii essenziali. 
Io, la mia, la definisco “potenziata”. Perché “less is more”. In natura abbiamo tutti gli ingredienti che servono, quindi perché andare ad aggiungere qualcosa che potrebbe farci male? 
Hanno una texture favolosa, dei profumi inebrianti e funzionano. Questo è ciò che serve. 
Essendo prepararti e “mirati”, ogni prodotto è studiato e costruito intorno alla persona che ne farà uso. 

Burrocacao 
(per ogni problema: labbra screpolate, herpes, idratante…)

Creme e maschere per il viso e per il corpo (idratanti, anticellulite, purificanti, anti-age, per ogni tipo di pelle)

Creme mani per ogni esigenza

Burri per il corpo da usare dopo la doccia